skip to Main Content

#Notobaccoday: una sfida per smettere di fumare per le prossime 24 ore

#Notobaccoday: Una Sfida Per Smettere Di Fumare Per Le Prossime 24 Ore

Dal 1987, il 31 Maggio di ogni anno si celebra il #Notobaccoday: una ricorrenza indetta dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità). La data coincide con l’anniversario della fondazione e la giornata ha come obiettivo quello di incoraggiare i fumatori ad astenersi per almeno 24 ore dal consumo di tabacco per invitarli, poi a smettere di fumare in maniera definitiva.
In questa giornata è importante riflettere sugli effetti che il fumo ha sulla salute e in che modo altera molti aspetti della vita quotidiana.
Se si smette di fumare si possono ottenere dei benefici già dalle prime 24 ore. Si normalizza, infatti, la pressione arteriosa, si rilassano i bronchi e migliora il respiro.
Eliminando completamente il consumo di tabacco si riduce anche la stanchezza ed aumenta il livello generale di energia fino ad arrivare allo stesso livello di rischio di tumore polmonare che porta con sé una persona che non ha mai fumato.

Cosa succede in Italia?

Secondo il rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità, in Italia la percentuale di fumatori coincide con il 23,3% della popolazione: 19,2% tra le donne e 27,7% tra gli uomini.
Si fumano in media 12,3 sigarette al giorno, per la maggior parte confezionata ma da parte dei più giovani anche fatte manualmente.

Proprio i dati sui più giovani però sono maggiormente preoccupanti. Si inizia a fumare da giovanissimi, i ragazzi tra gli 11 e i 15 anni che fanno uso di sigarette sono aumentati del 50% rispetto agli anni ‘90: questo significa che ogni anno per mille ragazzi di questa fascia d’età si aggiungono 40 nuovi fumatori.
Tra i 16 e i 20 anni invece, ogni mille ragazzi si registrano circa 80 fumatori.
Un probabile serbatoio che nel tempo alimenta anche le percentuali di fasce d’età successive.

Basta poco per fare molto

Don’t let tobacco Take your Breath away è lo slogan di quest’anno dell’OMS: non lasciare che il tabacco ti tolga il respiro.
Smettere di fumare per 24 ore porta più benessere e meno preoccupazioni.

+ aria: scende il livello di anidride carbonica e si normalizza il livello di ossigeno nel sangue
+ calma: si normalizza la pressione arteriosa
+ gusto: migliorano i sensi dell’olfatto e del gusto

– stress: si normalizza il battito
– rischi: diminuisce il rischio di attacco cardiaco
– fatica: si rilassano i bronchi, migliora il respiro

Accetta questa sfida o condividila con chi ha bisogno di smettere di fumare. Servono solo 24 ore.
Semplice, no?

Translate »
Back To Top